fbpx

Koine srl

6-Porcellini.png

Il convegno online gratuito svoltosi domenica 29 novembre 2020, grazie all’intenso lavoro sinergico di Koinè srls e Q Project APS., riprende dopo la pausa pranzo con il frizzante intervento del dottor GUIDO PORCELLINI, medico con un’importante esperienza in ambito oncologico, nutrizionale e con atleti ad altissimo livello, che già nelle prime parole chiarisce il suo obiettivo: far comprendere che i mondi della malattia e della guarigione sono in realtà uno solo. Si può sicuramente affrontare poi l’approccio dal lato preferito: l’importante è ottenere la guarigione.

Prima di tutto serve comprendere che ciò che ci guida non sono le “parti fisiche”, bensì quelle “emozionali”, i cui effetti si manifestano solo successivamente a livello organico. Tra i molteplici insegnamenti scopriamo che non si può passare dalla malattia alla guarigione senza rispettare le fasi di alternanza tra simpaticotono (fase attiva) e vagotono (fase che induce al riposo e alla rigenerazione), che è anche la fase in cui la malattia si manifesta. Ad esempio, la febbre diventa “per magia” uno strumento di guarigione da sostenere perché il sistema si sta resettando, pronto per andare in fase di recupero. 

La società attuale è anti-guarigione perché non concede i tempi tecnici legati a questa fasi, che saranno più o meno lunghi a seconda dell’intensità della manifestazione. Di fatto sono i conflitti emozionali l’origine della frequenza squilibrata che poi si traduce fisiologicamente in malattia, che sarà tanto più grave quanto più “pesante” è la percezione che abbiamo del trauma.

Il lavoro sulle frequenze emozionali e sulla risoluzione dello stress emotivo generato da un trauma diventa quindi parte integrante del processo di guarigione.

Conclude il dottor Porcellini:

Il ritmo tra alto e basso è “la vita normale”, che non vuol dire che non avremo più problemi, ma solo che la metodica per affrontarle dal punto di vista delle frequenze ci porterà ad essere parte di un tutto più ampio e più profondo, che “viene dalla nostra perché nel singolo migliori la capacità relazionale e nell’ambiente in giro butti fuori frequenze che aiutano le altre persone. Vedere una persona serena all’interno di un sistema di gente arrabbiata porta benessere: questo è quello a cui dobbiamo puntare.”

È impossibile veicolare in poche righe le molteplici informazioni magistralmente trasmesse con un linguaggio efficace: il dottore riesce a rendere entusiasmante la comprensione dei meccanismi alla base di tutta la nostra vita, necessari per capire la medicina e “rendere tutto più entusiasmante”, come lui stesso afferma.

Essere un medico, e non fare il medico” è il privilegio che gli consente, ogni giorno, di entrare in risonanza con le persone e renderle consapevoli del loro processo di guarigione.

Buona visione.

Per avere maggiori informazioni sugli argomenti trattati o per contattare i relatori è possibile inviare una mail a info@koinesrls.com, inserendo i dettagli della richiesta e i recapiti completi a cui si vuole essere ricontattati.

Conosci meglio gli enti organizzatori:

Iscriviti al canale Youtube

Segui la pagina Facebook

Iscriviti al canale Youtube MFI

Iscriviti al canale Youtube

Segui la pagina Facebook